Agevolazione in favore delle famiglie bisognose

Studio Legale Barletta

 

 

 

 

Le famiglie bisognose hanno oggi la possibilità di accedere a un'agevolazione per far fronte alle loro difficoltà.

 

Nello specifico, l'agevolazione prevede l'erogazione di un beneficio economico alle famiglie in condizione di povertà nelle quali almeno un componente sia minorenne, o nelle quali sia presente un figlio disabile (anche maggiorenne) o una donna in stato di gravidanza accertata.

 

Per godere del beneficio, la famiglia deve aderire ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, sostenuto dai servizi sociali dei Comuni insieme agli altri servizi del territorio (es. centri per l'impiego, servizi sanitari, scuole, soggetti del terzo settore, parti sociali). Il progetto viene costruito insieme alla famiglia sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni e coinvolge tutti i suoi componenti, instaurando così un patto che implica una reciproca assunzione di responsabilità e di impegni.

 

Le attività che la famiglia si impegna a svolgere possono riguardare i contatti con i servizi stessi, la ricerca attiva di lavoro, l'adesione a progetti di formazione, la frequenza e l'impegno scolastico, la prevenzione e la tutela della salute. L'obiettivo dell'agevolazione è quello di aiutare le famiglie a superare la condizione di povertà e riconquistare gradualmente l'autonomia.

 

Dopo essere stata sperimentata nelle più grandi città italiane, l'agevolazione è stata estesa a tutto il territorio nazionale. Pertanto, dal 2 settembre 2016, i cittadini in possesso dei requisiti previsti, possono presentare la richiesta per ottenere l'agevolazione.

 

 

LA DOMANDA DI AGEVOLAZIONE

 

 

La richiesta del beneficio viene presentata da un componente del nucleo familiare mediante la compilazione di una domanda con la quale, oltre a richiedere l'agevolazione, si dichiara il possesso di alcuni requisiti necessari per l'accesso al programma.

 

 

I REQUISITI PER ACCEDERE ALL'AGEVOLAZIONE

 

 

Per accedere all'agevolazione è necessario:

 

  • essere cittadino italiano o cittadino straniero titolare del diritto o del permesso di soggiorno;

 

  • essere residente in Italia da almeno 2 anni.

 

E' inoltre necessario possedere alcuni requisiti sia di ordine familiare che economico:

 

requisiti familiari, ovverosia presenza di almeno un componente minorenne o di un figlio disabile, ovvero di una donna in stato di gravidanza accertata;

 

requisiti economici consistenti in un reddito inferiore o uguale a 3mila euro.

 

Inoltre, nessun componente della famiglia deve possedere autoveicoli immatricolati per la prima volta nei 12 mesi precedenti la domanda, oppure autoveicoli di cilindrata superiore a 1.300 cc (o motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc) immatricolati nei 3 anni precedenti la domanda.

 

Per accedere al beneficio, infine, il nucleo familiare del richiedente dovrà ottenere un determinato punteggio, relativo alla valutazione del bisogno. La valutazione tiene conto dei carichi familiari, della situazione economica e della situazione lavorativa.

 

 

COSA SUCCEDE DOPO LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

 

 

Successivamente alla presentazione della domanda, vengono effettuati i controlli sui requisiti dichiarati, con particolare riferimento a quello reddituale ed alla presenza nel nucleo di un minorenne o di un figlio disabile.

 

A questo punto vengono attribuiti i punteggi relativi alla condizione economica, ai carichi familiari, alla condizione di disabilità e alla condizione lavorativa.

 

Se il punteggio ottenuto è idoneo, il nominativo del soggetto ammesso viene trasmesso al soggetto gestore dell'agevolazione, insieme alle disposizioni per l'erogazione del beneficio, riferite al bimestre successivo a quello di presentazione della domanda.

 

I controlli sul possesso dei requisiti continuano ad essere effettuati anche dopo l'erogazione del beneficio.

 

 

 

IL PROGETTO PERSONALIZZATO

 

 

 

 

 

Entro la fine del bimestre successivo a quello di presentazione della domanda, viene predisposto il progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, che viene costruito insieme al nucleo familiare.

 

L'obiettivo è quello di migliorare le competenze, potenziare le capacità e favorire l'occupabilità dei soggetti coinvolti, nonché fornire loro gli strumenti per fronteggiare il disagio, rinsaldare i legami sociali e riconquistare gradualmente il benessere e l'autonomia.

 

 

IL BENEFICIO ECONOMICO

 

 

​Il beneficio economico è concesso bimestralmente e viene erogato, entro due mesi dalla richiesta, ​attraverso una Carta di pagamento elettronica. Con la Carta si possono effettuare acquisti in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie, abilitati al circuito Mastercard. La Carta può essere anche utilizzata presso gli uffici postali per pagare le bollette elettriche e del gas e dà diritto a uno sconto del 5% sugli acquisti effettuati nei negozi e nelle farmacie convenzionate, con l’eccezione degli acquisti di farmaci e del pagamento di ticket. Non è possibile prelevare contanti attraverso la Carta.

 

Il beneficio mensile viene determinato in base alla numerosità del nucleo familiare.

 

Esso ammonta a:

 

1 membro: 80 €

 

2 membri: 160 €

 

3 membri: 240 €

 

4 membri: 320 €

 

5 o più membri: 400 €

 

Ai nuclei familiari composti esclusivamente da un genitore solo e da figli minorenni è attribuito mensilmente un ammontare di ulteriori 80 euro.

 

 

SPORTELLO SOCIALE

 

 

Lo Studio Legale Barletta, allo scopo di contribuire al benessere ed al miglioramento della situazione economica e familiare della persona, nonché consapevole che il lavoro dell'avvocato ha una importantissima ed ineliminabile funzione sociale (quella di postulare e tutelare i diritti e gli interessi dei cittadini, sia tra di loro che nei confronti della Pubblica Amministrazione), ha istituito uno sportello sociale in materia di domande e richieste che danno diritto a vantaggi ed agevolazioni.

 

Personale qualificato è a disposizione per:

 

  • fornire assistenza per accedere all'agevolazione;

 

  • valutare i requisiti per accedere all'agevolazione;

 

  • presentare la domanda di agevolazione;

 

  • accompagnare la famiglia nell'introduzione al progetto personalizzato;

 

  • illustrare l'applicazione del meccanismo dei punteggi;

 

  • spiegare l'iter che porta alla concessione dell'agevolazione;

 

  • presentare ricorso avverso il rigetto della domanda.

 

In un'ottica interdisciplinare, lo Studio si avvale inoltre della collaborazione con una professionista Psicologa e con una professionista Pedagogista, le quali forniscono consigli e consulenza in materia di bisogni e rapporti familiari.

 

 

Avv. Francesco Barletta

Studio Legale Barletta

 

 

Clicca “mi piace” o chiama senza alcun impegno.

 

Lo Studio Legale Barletta eroga prestazioni sull'intero territorio nazionale.

.

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Studio Legale Barletta - Partita IVA: 01215350776 - Mobile 320 9494365