Agevolazioni per assistenza domiciliare disabili

Studio Legale Barletta

 

 

 

 

E' possibile fare richiesta per ottenere prestazioni a supporto delle persone con disabilità.

 

Lo scopo è quello di garantire l'assistenza domiciliare ai soggetti disabili.

 

Due le agevolazioni che possono essere concesse:

 

 

  • da un lato contributi in denaro, i quali però devono essere impiegati per pagare badanti con regolare assunzione;

 

  • dall'altro, servizi di assistenza e supporto da parte di Enti convenzionati.

 

 

Beneficiari delle agevolazioni possono tuttavia essere solo i dipendenti pubblici ed i pensionati pubblici, a patto che la disabilità riguardi la loro persona o il loro coniuge (non separato), oppure riguardi le persone loro legate da unione civile, o con loro conviventi, o parenti ed affini di primo grado (figli, genitori, suoceri).

 

Tale limitazione è spiegata dal fatto che le risorse per le agevolazioni sono attinte da uno specifico fondo alimentato dagli stessi dipendenti pubblici.

 

Per ottenere i contributi ed i servizi di assistenza e supporto, è necessario presentare un'apposita domanda, in seguito alla quale viene redatta una graduatoria.

 

La graduatoria tiene conto della gravità della disabilità, delle necessità assistenziali e del livello reddituale.

 

Chiamati a valutare le necessità assistenziali dei soggetti disabili sono gli Ambiti Territoriali Sociali (comuni, associazioni di comuni, distretti ecc.).

 

Il/la badante deve essere assunto/a con contratto di lavoro domestico, con durata almeno fino alla fine del 2018.

 

Il contributo in denaro varia in base al grado di disabilità ed al livello reddituale del beneficiario; esso può arrivare anche ad un massimo di 1.050 euro mensili.

 

In aggiunta al contributo, è possibile ricevere anche servizi di assistenza e supporto da parte di Enti convenzionati.

 

Le due agevolazioni, quindi, sono cumulabili tra loro.

 

Per ottenere i servizi di assistenza e supporto è necessario che il soggetto disabile si presenti ad un operatore sociale, affinché possa essere valutato il suo bisogno assistenziale.

 

L'operatore sociale provvede poi a redigere un Piano Assistenziale Individuale (PAI), il quale indica le prestazioni destinate a supportare il soggetto disabile.

 

L'erogazione dei servizi di assistenza e supporto, così come il numero dei servizi stessi, dipendono comunque dall'entità del bisogno assistenziale e dal livello reddituale.

 

Esempi di servizi di assistenza e supporto sono:

 

  • prestazioni rivolte alla mobilità (trasporto, accompagnamento);

 

  • interventi di sollievo per le famiglie;

 

  • centri diurni;

 

  • sostegno dell'inclusione scolastica o lavorativa;

 

  • altri servizi (es. sportivi, per l'autismo, ecc.);

 

  • attrezzature e arredi personalizzati;

 

  • adattamenti auto;

 

  • interventi di eliminazione di barriere architettoniche;

 

  • strumenti per la domotica;

 

  • ecc. .

 

Le due agevolazioni saranno erogate a partire dal 1° luglio 2017.

 

 

SPORTELLO SOCIALE

 

 

Lo Studio Legale Barletta, allo scopo di contribuire al benessere ed al miglioramento della situazione economica e familiare della persona, nonché consapevole che il lavoro dell'avvocato ha una importantissima ed ineliminabile funzione sociale (quella di postulare e tutelare i diritti e gli interessi dei cittadini, sia tra di loro che nei confronti della Pubblica Amministrazione), ha istituito uno sportello sociale in materia di domande e richieste che danno diritto a vantaggi ed agevolazioni.

 

Personale qualificato è a disposizione per:

 

  • fornire assistenza per accedere alle agevolazioni;

 

  • valutare i requisiti per accedere alle agevolazioni;

 

  • impostare correttamente il rapporto di lavoro con il badante;

 

  • illustrare i criteri di valutazione ed i relativi punteggi;

 

  • calcolare gli importi spettanti;

 

  • spiegare l'iter che porta alla concessione delle agevolazioni;

 

  • presentare la domanda di agevolazione;

 

  • presentare ricorso avverso il rigetto della domanda.

 

 

In un'ottica interdisciplinare, lo Studio si avvale inoltre della collaborazione con una professionista Psicologa e con una professionista Pedagogista, le quali forniscono consigli e consulenza in materia di disabilità.

 

 

Avv. Francesco Barletta

Studio Legale Barletta

 

 

Clicca “mi piace” o chiama senza alcun impegno.

 

Lo Studio Legale Barletta eroga prestazioni sull'intero territorio nazionale.

 

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Studio Legale Barletta - Partita IVA: 01215350776 - Mobile 320 9494365